mercoledì 28 settembre 2016

Sapone di cera vergine, miele e scorza d'arancia essiccata



Ingredienti: 
283 gr di grasso vegetale
340 gr di olio d'oliva
283 gr di olio di cocco
57 gr di cera vergine
312 gr di acqua distillata
142 gr d’idrossido di sodio (soda caustica)
57 gr di scorza d'arancia essiccata e tritata
80 gr di miele (2 cucchiai)
5 gr di olio essenziale d'arancia e di salvia sclarea (1 cucchiaio)

Procedimento: 
Ungete uno stampo rettangolare poco profondo. Mettete il grasso, gli oli base e la cera vergine in una casseruola di acciaio, a fuoco basso.
Versate l'acqua in una ciotola o in una caraffa. Indossando un paio di guanti di gomma e una protezione per gli occhi, aggiungete l'idrossido di sodio nell'acqua e mescolate fino a scioglierlo.
Quando gli oli si sono fusi, togliete tutto dal fuoco. Mettete un termometro per dolci negli oli e uno nella soluzione caustica.
Quando entrambi i termometri raggiungono la stessa temperatura tra 69 e 60°C, versate la soluzione caustica nell'olio.
Mescolate ogni tanto fino a quando si formerà il "nastro", il che dovrebbe richiedere circa 35 minuti. Aggiungete la scorza d'arancia essiccata e tritata nella miscela spargendola e mescolate bene.
Versate nello stampo e coprite con una salvietta o una vecchia coperta.
Lasciate riposare per 24 ore fino a che il sapone non si sarà solidificato.
Indossando un paio di guanti di gomma, togliete il sapone dallo stampo e tagliatelo a pezzi.
Coprite il sapone e lasciatelo asciugare per quattro settimane prima di usarlo.

Tipologia di sapone: 
Sapone levigante con schiuma a bolle grandi
Indicato per tutti i tipi di pelle


Per questa ricetta abbiamo utilizzato:
Essiccatore digitale in Acciaio Inox per Alimenti

lunedì 12 settembre 2016

Gourmet CBT Reber


Anche nelle cucine di casa i nuovi strumenti per trasformare il gusto in salute


Con “Gourmet sous-vide” e gli elettrodomestici per il sottovuoto della linea Reber possiamo ottenere la qualità e la purezza dei cibi cucinati a bassa temperatura anche a misura di famiglia.
Possiamo avventurarci nella preparazione di grandi piatti mantenendo inalterate le proprietà delle materie prime con questa tecnica, fino ad oggi prerogativa delle sole cucine professionali, con il valore aggiunto di avere in casa strumenti a forte risparmio energetico e con un approccio totalmente anti spreco.




Rubare con gli occhi ai grandi chef non basta. L’esperienza, la creatività, l’intuito e persino la genialità in cucina hanno bisogno del sostegno di grandi tecniche. Quelle che fino ad oggi sono state prerogativa delle elite della ristorazione, e che nella propria cucina difficilmente potevano trovare una replica soddisfacente.  Vi siete mai chiesti il perché?

La spiegazione è molto semplice, il segreto è in una tecnica di cottura che fino ad oggi era ad uso esclusivo della ristorazione professionale: la cottura sotto vuoto. Con il cibo contenuto negli involucri per il sottovuoto possiamo cucinare sous-vide anche senza condimenti, spesso senza sale. Evitando il contatto diretto del cibo con la cottura la disgregazione di vitamine e sali minerali è impedita e così si ottengono delle basi di qualità e morbidezza straordinarie, che si prestano a successive elaborazioni o, semplicemente, al consumo in purezza.

La difficoltà di praticare questa cottura, in casa era, fino ad oggi, l’impossibilità di reperire elettrodomestici di cottura per uso casalingo e ad un costo contenuto. Reber ha messo a punto ed ora propone al mercato degli appassionati di cucina Gourmet Sous-vide, il primo elettrodomestico specifico a tecnologia completamente italiana. Gourmet Sous-vide abbinato alle macchine Reber per sottovuoto rivoluziona il vostro modo di cucinare offrendovi tutto il sapore e la qualità dei piatti cucinati dai grandi chef. Gourmet Sous-vide è una vasca di cottura a temperatura controllata, in cui l’acqua si mantiene a temperatura costante ed uniforme in tutto il volume, in modo che voi possiate attivare cotture a bassa temperatura e di lungo periodo con la garanzia della temperatura costante, presupposto essenziale per questa tecnica gastronomica.

Gourmet Sous-vide si avvale di un particolare sistema di contenimento energetico che consente il funzionamento, quando la vasca è in  temperatura, con un consumo inferiore ai 40 Watt (60 Watt per il modello più grande). Gourmet Sous-vide è proposto sia in versione standard che nella versione in acciaio inox alimentare, da 10 o 17 litri di capienza. Entrambi i modelli sono dotati di display digitale per il controllo della temperatura di cottura (con passaggi di grado in grado) ed il pratico timer con “conto alla rovescia” perché l’apparecchio possa funzionare anche se non c’è nessuno in casa.


I vantaggi di Gourmet Sous-vide sono dunque molteplici:
· Qualità della tecnica di cottura, sapori intatti, morbidezza, genuinità e purezza del cibo
· Agilità e facilità di esecuzione: al prodotto sottovuoto non servono ulteriori condimenti, volendo nemmeno il sale
· Basso consumo energetico
· Spazi minimi per posizionare e utilizzare il Gourmet
· Possibilità di declinare la cottura sotto vuoto per qualsiasi tipologia di alimento
· Predosaggio delle quantità e conseguente prevenzione degli sprechi alimentari

Gourmet Sous-Vide è disponibile dai rivenditori specializzati o sul sito www.tompress.it


Gourmet Sous-vide, per approfondimenti contattare REBER INFOLINE

Press / educational / demo per la stampa
press@reber-snc.it


Reber srl

Via Sanguine 46030 Correggioverde di Dosolo (MN) - Italia
Telefono: +39 0522 976153 - Fax: +39 0522 976096
E-mail: info@rebersrl.it
Web: http://www.rebersrl.it
Blog: http://rebersrl.blogspot.it/
Facebook: https://www.facebook.com/LeRicetteDellaSeta/
 

giovedì 28 luglio 2016

Ricetta antispreco

Barretta di "scarto di frutta" e miele



Ingredienti:
• Scarto di polpa di frutta
• Uva passa
• Cranberries essiccati
• Fiocchi di avena
• Semi di lino macinati
• Zucchero integrale di canna
• Semi di sesamo
• Semi di girasole
• Miele di Sulla e di Eucalipto

Alla polpa uscita dall’estrattore di succhi come scarto, aggiungere uvetta e cranberries essiccati, fiocchi di avena, semi di lino macinati, zucchero integrale di canna semi di sesamo e girasole e il miele di Sulla e di Eucalipto.
Una volta compattate le barrette essiccare a 45° per 24 ore nell’Essiccatore digitale REBER a basso consumo.
Tagliate a cubetti e servire.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato:
Essiccatore digitale INOX Reber - 10080 N
 

lunedì 18 luglio 2016

Salmone "mi-cuit" con coulis di cipollotti e curcuma


INGREDIENTI
  • 4 tranci di salmone da 200 g cad.
  • 8 cipollotti freschi
  • Curcuma in polvere
  • Timo Fresco
  • Olio EVO
  • Pepe Bianco del Sarawak
Confezionate sottovuoto i tranci di salmone avendo cura di tenerli staccati; se il salmone non è passato in abbattitore, congelatelo a -20 per almeno 3 giorni.
Riempite di acqua calda la vasca del Gourmet SOUS-VIDE fino a coprire il sensore di calore, mettete a bagno il salmone togliendolo direttamente dal congelatore senza farlo scongelare e programmate 38° per 3 ore e 30 minuti.
Tagliate i cipollotti nel senso della lunghezza e fateli stufare in padella con l’olio a fuoco bassissimo per almeno 20 minuti.
Mettete il composto nel bicchiere del Bamix, aggiungete la curcuma, il timo e frullate fino ad ottenere una crema densa.
Quando sarà cotto, impiattate il Salmone, decorate con la coulis di cipollotti e finite con una macinata di pepe.
Il salmone mi-cuit avrà una consistenza sorprendente e sarà comunque cotto anche se la temperatura utilizzata è bassissima; non necessita di salatura.
Se lo si preferisce più cotto, le temperature da utilizzare sono comprese tra i 38° del “rare” ai 48° del «medium rare».
Grande "ostacolo" di tutte le diete, il Pesce in Bianco cotto sottovuoto cambia radicalmente la sua natura di cibo insapore per diventare la vera esaltazione del pesce. Merluzzo, Cefalo, Branzino, Orata e Dentice riacquistano il loro giusto posto sulla nostra tavola al riparo dai frequenti errori di cottura
dovuti a temperature troppo elevate, bolliture che tolgono gusto alle carni ed esposizioni prolungate al calore che rendono i tessuti stopposi.
La temperatura di cottura deve restare al di sotto dei 65° per evitare la coagulazione delle albumine e lasciare le carni delicate, consistenti e mai stoppose.
Possono essere cotti sottovuoto sia il pesce intero che i filetti spinati. Il pesce intero, ma aperto a libro senza la sola lisca centrale è comunque preferibile perché una volta cotto sottovuoto e lasciato stiepidire nel sacchetto, si pulirà facilmente con le mani ed i filetti resteranno interi; in quest’ultimo caso 60° saranno più che sufficienti.
Il tempo di cottura varia con lo spessore dell’alimento, da 2 ore per 2 cm di spessore a 4 ore per 6/8 cm di spessore.
Il pesce cotto sottovuoto quasi non necessita di salatura, il sapore naturale del pesce, non essendo disperso, risalterà in maniera sorprendente.

Per questa ricetta abbiamo utilizzato:
Macchina per sottovuoto SALVASPESA REBER

Vasca per la cottura CBT sottovuoto GOURMET SOUS-VIDE REBER

giovedì 14 luglio 2016

Nuova pagina Facebook

Ebbene sì, da oggi il nostro Blog sarà presente anche su Facebook!
Ma non temete, le ricette complete, le istruzioni e le news verranno sempre e comunque pubblicate anche qui!
Abbiamo deciso di aprire la nuova pagina per permettere a voi lettori, clienti e visitatori di dialogare con noi, scambiarci ricette, suggerimenti e fornirvi direttamente consigli utili sui nostri prodotti e sulla cucina di campagna.